L’amministrazione al servizio del cittadino

Caro cittadino,

l’ Amministrazione Tosi in questi 10 anni ha lavorato moltissimo e ha realizzato gli obiettivi dei programmi elettorali presentati nel 2007 e nel 2012…quei programmi elettorali per cui Voi cittadini ci avete scelto nella speranza che venissero attuati

Ebbene, noi siamo stati di parola con risultati chiari, tangibili, sotto gli occhi di tutti!

EST IUSTI LATRIX URBS HAEC
ET LAUDIS AMATRIX

Questa città è dispensatrice di giustizia
ed amante di lode

Per la Cultura e il Turismo non posso non citare la ristrutturazione di Castel San Pietro e la sua funicolare per cui sono stati impegnati 31 milioni €, la ristrutturazione del Museo archeologico del Teatro Romano (5 milioni €), la ristrutturazione dell’ Arco dei Gavi (860 mila €), l’apertura del Museo degli affreschi presso la Tomba di Giulietta, l’apertura del Museo dell’Opera presso il Palazzo Forti (AMO: Arena Museo Opera), l’apertura della Galleria d’Arte Moderna Achille Forti al Palazzo della Ragione e tanto altro. 

Per la Mobilità e il Trasporto Pubblico siamo riusciti nell’impresa di aggiudicare la gara del Filobus e di partire col progetto esecutivo (i cantieri sono già aperti) per il quale sono stati stanziati 140 milioni €, potenziando in questo modo il Trasporto Pubblico Locale con una flotta di mezzi a trazione TOTALMENTE ELETTRICA, incentivando in questo modo la sostenibilità ambientale. 


Abbiamo inoltre realizzato il Parcheggio Centro all’ex Gasometro con un impegno di circa 12 milioni €, oltre ad aver realizzato i Parcheggi di Piazza Isolo, di Piazza Cittadella e di Piazza Corrubbio con la conseguente valorizzazione delle piazze stesse! Abbiamo risistemato il bellissimo Lungadige S. Giorgio dotandolo di una ciclabile che lo percorre per l’intera lunghezza. Abbiamo incrementato la flotta del Bike Sharing e introdotto il Car Sharing, abbiamo posto delle importantissime basi per la redazione del Piano Urbano di Mobilità Sostenibile che darà vita ad un piano strategico che traghetterà Verona nei prossimi 10 anni dallo stato di semplice City a quello di Smart City!

A brevissimo (giugno 2017) verrà aggiudicata la gara per l’assegnazione del project financing per il recupero e la valorizzazione dell’Ex-Arsenale (valore di opera pari a 45 milioni €), all’interno del quale non verrà assolutamente eretto un centro commerciale come qualcuno vuol far credere, bensì verrà inserito un Parco di Arte Contemporanea, dove gli edifici saranno destinati ad ospitare un Museo, una Scuola per l’infanzia, un Auditorium e svariati spazi civici, oltre a solamente, e sottolineo solamente, una decina di esercizi commerciali (indispensabili per la sostenibilità economica del project) che completeranno questa meravigliosa cornice fornendo servizi di ristoro e di altro genere.  Tale complesso, che verrà completato nel 2020, diventerà finalmente un nuovo e rivitalizzato centro di riferimento per l’intera cittadinanza veronese.


Per quanto concerne la pianificazione urbanistica abbiamo dimezzato le aree commerciali previste nel Piano degli Interventi che fu approvato nel 2011 (da 250.000 mq a 125.000 mila mq), abbiamo ridisegnato e valorizzato Verona sud con l’apertura di due grandi parchi verdi (Santa Teresa 40.000 mq e San Giacomo 75.000 mq), abbiamo previsto lo spostamento del casello di Verona Sud (che verrà collegato direttamente alla tangenziale, sgravando la ZAI dal traffico), abbiamo avviato la riqualificazione del complesso ex caserme S.Marta e Passalacqua (190.000 mq di parco) per le quali il lavori sono già iniziati e dove è già concluso il recupero del bastione Maddalene e del parco antistante, abbiamo ottenuto un finanziamento dall’UNESCO di circa 90.000€ per un piano di illuminazione delle Mura Magistrali (ancora di proprietà del Demanio), ecc...

Come puoi notare, caro cittadino, la maggior parte dei progetti sopra citati aspettava una risposta da più di 25 anni e noi l’abbiamo data, in silenzio, nel clamore delle opposizioni, ma l’abbiamo data! Unico nostro torto è non aver gridato tanto quanto chi ha voluto mistificare la realtà delle cose. 

E’ impossibile ora elencare tutto ciò che è stato realizzato in così poche righe e sfido chiunque a mettere in dubbio ciò che ho desiderato raccontarti, ma il messaggio che intendo lasciare è di guardare oltre le apparenze e di soffermarti su ciò che è reale. Tanto lavoro è stato seminato, ma non sempre è possibile coglierne i frutti nell’immediato, in quanto progetti importanti necessitano di tempi importanti. Possiamo aver commesso qualche errore, ma solo chi non osa non sbaglia. 

Un autorevole scrittore francese, François de La Rochefoucauld, un giorno disse “Il mondo ricompensa più spesso le apparenze del merito, che il merito stesso”, lo avrai pensato anche tu prima o poi, nel tuo ambiente, al lavoro, a scuola, all’università…e allora, prima di fare la tua scelta, per cortesia, concediti un momento di riflessione. 

La tua decisione per noi è molto importante! 

 

Image 1

Discorso di Pericle agli Ateniesi

“Qui ad Atene noi facciamo così.

Qui il nostro governo favorisce i molti invece dei pochi: e per questo viene chiamato democrazia.

Qui ad Atene noi facciamo così.

Le leggi qui assicurano una giustizia eguale per tutti nelle loro dispute private, ma noi non ignoriamo mai i meriti dell’eccellenza.

Quando un cittadino si distingue, allora esso sarà, a preferenza di altri, chiamato a servire lo Stato, ma non come un atto di privilegio, come una ricompensa al merito, e la povertà non costituisce un impedimento.

Qui ad Atene noi facciamo così.

La libertà di cui godiamo si estende anche alla vita quotidiana; noi non siamo sospettosi l’uno dell’altro e non infastidiamo mai il nostro prossimo se al nostro prossimo piace vivere a modo suo.
Noi siamo liberi, liberi di vivere proprio come ci piace e tuttavia siamo sempre pronti a fronteggiare qualsiasi pericolo.

Un cittadino ateniese non trascura i pubblici affari quando attende alle proprie faccende private, ma soprattutto non si occupa dei pubblici affari per risolvere le sue questioni private.

Qui ad Atene noi facciamo così.

Ci è stato insegnato di rispettare i magistrati, e ci è stato insegnato anche di rispettare le leggi e di non dimenticare mai che dobbiamo proteggere coloro che ricevono offesa.

E ci è stato anche insegnato di rispettare quelle leggi non scritte che risiedono nell’universale sentimento di ciò che è giusto e di ciò che è buon senso.

Qui ad Atene noi facciamo così.

Un uomo che non si interessa allo Stato noi non lo consideriamo innocuo, ma inutile; e benché in pochi siano in grado di dare vita ad una politica, beh tutti qui ad Atene siamo in grado di giudicarla.

Noi non consideriamo la discussione come un ostacolo sulla via della democrazia.
Noi crediamo che la felicità sia il frutto della libertà, ma la libertà sia solo il frutto del valore.

Insomma, io proclamo che Atene è la scuola dell’Ellade e che ogni ateniese cresce sviluppando in sé una felice versatilità, la fiducia in se stesso, la prontezza a fronteggiare qualsiasi situazione ed è per questo che la nostra città è aperta al mondo e noi non cacciamo mai uno straniero.

Qui ad Atene noi facciamo così.

Qui a Verona noi facciamo così!”